ab111.jpeg

Strano “destino” - il loro - di essere ricordati per tutto, fuorché la loro vita, la loro storia: addirittura “San Remo” neanche esiste come santo ed il patrono di Sanremo - notissima cittadina ligure - in realtà è San Romolo!

ab222.jpeg

Ma poco importa di loro due - alla gente ed alla cronaca mondana - perché San Silvestro identificherà per molti la “fine dell’anno” con i relativi cenoni, mentre San Remo (o Romolo, decidete voi) significherà soprattutto il “Festival Nazionale della Canzone”.

Allora, oggi, vediamo un pò di indagare, di fare chiarezza su entrambi i personaggi, che come Santi - ve lo dimostreremo - non sono poi di poco conto…

san-silvestro.jpeg

San Silvestro (Papa Silvestro Primo) fu colui che convertì Costantino il Grande al Cattolicesimo: suo il “Primo Concilio Ecumenico di Nicea” … “Silvestro promosse la costruzione delle grandi basiliche di Roma, e Costantino ne fece le “sue” opere. Secondo il Liber Pontificalis, infatti, su suggerimento del papa l’imperatore fondò la basilica di San Pietro sul Colle Vaticano, sopra un preesistente tempio dedicato ad Apollo, tumulandovi, in un sarcofago di bronzo, il corpo dell’apostolo Pietro” (…)

Per saperne di più, cliccate qua

san-romolo.jpeg

Passando poi a parlare di San Remo, come vi abbiamo anticipato, il nome della città deriva da una “storpiatura” del nome del Patrono, perché San Romolo - in dialetto genovese - si pronuncia “San Roemu”.

san-romol.jpeg

“Romolo di Genova (IV secolo – Villa Matutiæ, 13 ottobre V secolo) è stato un vescovo romano, venerato come santo dalla Chiesa cattolica; è patrono di Genova e di Sanremo. Fu vescovo di Genova intorno al V secolo, successore di san Siro” (…) “La tradizione sanremese dice che il santo venne educato a Villa Matutiæ; eletto vescovo, si recò a Genova per la sua missione pastorale. Tuttavia per sfuggire alle invasioni longobarde ritornò nella terra natale, e si rifugiò in penitenza in una grotta nell’entroterra sanremese”

Per saperne di più, cliccate qua